Home

SITO IN AGGIORNAMENTO

PERIODO DI APERTURA DA GIUGNO AL 31 OTTOBRE 2018.... E FORSE OLTRE

Novità

CHALET HIBOU

"I love not man the less, but nature more" G.G. Byron

OPERE D'ARTE TEMPORANEE

E. Pacchioli

CHALET HIBOU

 

Un piccolo angolo di convivialità in riva al lago per rilassarsi e perdersi nel silenzio e nello splendore del paesaggio che lo avvolge.

Per chi decide di passare la giornata in montagna ma, senza la voglia di raggiungere la vetta, semplicemente per godersi il piacere della natura, dell'aria pulita e del sole. Oppure per pedalare, con le nostre biciclette a pedalata assistita (su prenotazione), nell'incantevole conca di By fino ai piedi del Colle Fenêtre Durand. Un ritrovo fuori dal caos e dal caldo cittadino dove poter godere di un ottimo aperitivo degustando sfiziose “tapas” (assaggi di alcuni dei piatti proposti in rifugio, rivisitati per essere consumati “senza impegno”), con un buon calice di vino o una delle birre artigianali della Valle d’Aosta, mentre si saluta il sole che tramonta.

Dal 02 giugno al 19 luglio siamo aperti Venerdì (dalle 15:00 alle 21:00), Sabato e Domenica (dalle 11:00 alle 21:00) con torte, pinchos, frullati freschi e gelati. Dal 20 luglio al 25 agosto siamo aperti tutti i giorni.

Vi aspettiamo per godere insieme di giornate piacevoli, allegre e a volte folli... dipende soprattutto da voi!! Noi siamo il paiolo, voi la pozione magica...

 

STAY TUNED!

Il Rifugio Champillon e l'Arte Temporanea.

 

Per il secondo anno dell'iniziativa "Opera d'Arte Temporanea" siamo felici di poter ospitare il wall painting di Eugenio Pacchioli.

La sua idea è di conferire alla parete del rifugio un'immagine originale sia sotto l'aspetto formale che contenutistico. Un racconto di forte impatto, attrazione e riconoscibilità.

"E' importante il titolo dell'opera: Dietro ai monti c'è la città invisibile.

L'intero dipinto non offre la sola vista di paesaggi di montagna. La costruzione fantasiosa suggerisce l'esistenza di altri paesaggi, fantasiosi, che non sono visibili (perché da immaginare oltre) e che la fantasia potrà ammirare al di là delle montagne. Bisogna superare le montagne e magari anche il loro immediato fascino, per poter apprezzare e vivere altri mondi. O, come narra Italo Calvino, qualche "Città Invisibile"".

© 2016 - Rifugio Champillon Adolphe Letey - all rights reserved